Cerca
  • Luca Andreotti

Esercizi per la lesione della cuffia dei rotatori.

Hai a che fare con un infortunio alla cuffia dei rotatori? Se hai risposto sì, non ti preoccupare! Indipendentemente dalla gravità della lesione della cuffia, esiste una soluzione per te. Ho aiutato tante persone con problemi alla cuffia dei rotatori, si tratta solo di educazione ed esercizi di qualità. In questo articolo, imparerai a conoscere le lesioni alla cuffia, i test e gli esercizi che possono aiutarti con qualsiasi problema.


LESIONE ALLA CUFFIA DEI ROTATORI - CHE COSA È?


Una lesione della cuffia dei rotatori è un insulto al muscolo o al tendine associato ai muscoli sopraspinato, infraspinato, sottoscapolare e / o piccolo rotondo. Le lamentele più comuni associate ai problemi della cuffia dei rotatori sono dolore e debolezza. Se vedi un medico potresti sentire termini come: infiammazione della cuffia dei rotatori o tendinite. Se si finisce per ottenere immagini come una risonanza magnetica, è possibile leggere e ascoltare cose come lesione a tutto spessore, lesione a spessore parziale, tendinosi del tendine sopraspinato o tendinopatia calcifica. Potresti persino sentire cose che sembrano non correlate come la borsite, l'impingement o l'atrofia muscolare e la degenerazione muscolare.

Questo può sembrare spaventoso e farti sentire completamente sopraffatto. Tuttavia, indipendentemente da ciò che dice qualsiasi medico o da un rapporto di risonanza magnetica, hai opzioni e hai motivi per essere ottimista! Lasciami spiegare perché.

- I cambiamenti degenerativi nei tendini della cuffia dei rotatori etichettati come tendinosi o lesione a spessore parziale sull'imaging non sono così rari. È molto normale avere cambiamenti degenerativi su un rapporto di risonanza magnetica, soprattutto se si è anziani. I cambiamenti degenerativi non equivalgono al dolore o all'incapacità di funzionare o a lavorare in prestazioni di alto livello!

- Il dolore alla spalla è molto più di un semplice problema del tessuto: la cuffia dei rotatori. Spesso il generatore di dolore non è nemmeno la cuffia dei rotatori! Il dottor James Andrew, chirurgo di medicina dello sport di fama mondiale, ha condotto uno studio e ha scoperto che l'87% dei lanciatori di baseball professionisti aveva cuffie dei rotatori anormali sulla risonanza magnetica, ma non avevano dolore!

- Le tensioni della cuffia dei rotatori, anche le lesioni della cuffia possono essere gestite molto bene con una gestione conservativa che consiste in educazione ed esercizio fisico. Secondo uno studio di Kuhn et al. nel 2013, il 75% dei pazienti ha avuto successo con la terapia fisica per le rotture della cuffia dei rotatori non traumatiche con il fattore determinante più grande che è la conformità del programma: fai i tuoi esercizi e andrà meglio (più avanti avrai ti mostrerò quali).


PERCHÉ DOVRESTI INIZIARLO ORA

Non sottovalutare questa lesione, dare la giusta importanza alla cuffia dei rotatori è davvero fondamentale per la salute delle spalle. La stabilità dinamica della spalla è direttamente influenzata dai muscoli della cuffia dei rotatori. Quando i muscoli della cuffia dei rotatori sono attivati, contribuiscono alla stabilità dell'articolazione della spalla tramite forze di compressione e di taglio verso il basso. I muscoli più grandi come il deltoide contribuiscono a una grande forza di taglio verso l'alto contro cui la cuffia dei rotatori deve lavorare.

Una lesione della cuffia dei rotatori può causare dolore, che può inibire l'attivazione e il lavoro dei muscoli della cuffia dei rotatori. La perdita della forza di compressione e di taglio verso il basso può portare a un movimento eccessivo e indesiderato della testa omerale nell'articolazione della spalla e nello spazio subacromiale che può sollecitare altre strutture tra cui ossa, cartilagine, legamenti, capsula articolare, tendine del bicipite o ulteriori danni ai tendini della cuffia. Questo è il motivo per cui non è raro che le persone con problemi alla cuffia sviluppino la sindrome del dolore subacromiale (SAPS) e sperimentino / riferiscano sintomi di "impingement" a causa dell'eccessivo movimento verso l'alto della testa dell'omero.


COME GESTIRE IL LESIONE DELLA CUFFIA DEI ROTATORI

In definitiva, ciò che decidi di fare dipende da tutti i fattori contestuali che circondano il tuo infortunio e la tua situazione. Come abbiamo accennato in precedenza, hai opzioni. Di seguito delineamo una manciata delle decisioni più comuni che dovrete prendere e gli elementi attuabili con cui potete iniziare subito per iniziare a gestire la lesione della cuffia dei rotatori.

- Educati: prenditi un po 'di credito, mentre leggi questo ti stai già istruendo sulle lesioni della cuffia dei rotatori.

- Chiedi una consulenza se necessario: se sei preoccupato per una grave lesione della cuffia dei rotatori in cui non puoi muovere o sollevare il braccio e non sta migliorando affatto, questo è un segno per vedere un medico o un terapista di persona. Ottenere una valutazione approfondita può aiutarti a fornire le risposte e le soluzioni che stai cercando.

- Muoviti ed esercitati, se riesci a muoverti e ad usare il braccio, inizia a farlo! Se non lo usi, lo perdi. Troppo spesso vedo cuffie del rotore deboli e movimenti del braccio disfunzionali perché la persona ha favorito il braccio opposto e ha protetto eccessivamente il braccio ferito. L'esposizione graduale al riutilizzo del braccio è fondamentale per il recupero, la parte difficile è sapere cosa è giusto fare all’iniziare e qual è il giusto dosaggio. Ecco perché ho creato un programma per il recupero funzionale della spalla basato su solide evidenze scientifiche. Elimina le congetture dalla tua vita e lascia che ti aiuti!


CHE COSA RIGUARDA LA CHIRURGIA?

A volte la chirurgia è l'opzione migliore. Non c'è nulla di sbagliato in questo, soprattutto in alcuni casi di lesioni traumatiche con enormi strappi della cuffia dei rotatori e funzionalità del braccio significativamente compromessa. Tuttavia, nella maggior parte dei casi, la chirurgia non è e non dovrebbe essere la prima e unica opzione. Questo è il motivo per cui è così importante essere istruiti e ottenere la seconda opinione in caso di dubbi o preoccupazioni sulla soluzione offerta. Ancora più importante, se riesci a muovere il braccio relativamente in maniera normale e non hai a che fare con una debolezza significativa, è nel tuo migliore interesse esaurire prima le cure conservative. L'intervento chirurgico è estremamente scomodo, in particolare una riparazione della cuffia dei rotatori. Chiedi a chiunque ne abbia fatto uno, in media il recupero può avvenire da 6 a 12 mesi o più. Fino a quando non hai veramente fallito le cure conservative, dovresti pensare molto bene alla chirurgia.

Sfortunatamente, la chirurgia non garantisce nulla al 100%. Il tasso di ri-lesione è più alto di quanto vorremmo che fosse (alcuni suggeriscono fino al 25-35%). Ciò è in parte dovuto al fatto che il normale sito di inserimento tendineo nell'osso non viene rigenerato dopo la riparazione. Inoltre, il tessuto ferito finisce per essere sostituito con tessuto cicatriziale, collagene e fibrina che sono intrinsecamente più deboli e possono provocare lesioni future. Tuttavia, attraverso studi di ricerca, stiamo imparando chi sono i migliori candidati per interventi chirurgici, nonché i fattori di rischio e i cambiamenti delle abitudini di vita che possono portare a una prognosi peggiore come l'obesità, il diabete e il fumo.

Il futuro della medicina è incentrato sulla rigenerazione rispetto alla riparazione.

ESERCIZI DA CUI PUOI INIZIARE

Se stai cercando degli esercizi per far ripartire la tua ferita della cuffia dei rotatori, sei nel posto giusto. Di seguito troverai esercizi specifici che mirano preferibilmente a ciascun muscolo della cuffia dei rotatori. Tuttavia, è importante notare che non possiamo isolare al 100% solo un muscolo della cuffia dei rotatori da far funzionare alla volta e questo è probabilmente meglio. In effetti, vogliamo che la cuffia dei rotatori funzioni il più possibile come un'unità per fornire una compressione e una stabilità dinamica ottimali all'articolazione della spalla.

SOVRASPINATO

Il sovraspinato è il tendine della cuffia dei rotatori più comunemente lesionato e strappato a causa della sua anatomia. Poiché copre l'intera parte superiore dell'omero, affronta la maggior forza con il sollevamento e soffre i sollevamenti sopra la testa. Inoltre, la scarsa meccanica della spalla e il controllo scapolare finiscono per esercitare una maggiore forza sulla parte anteriore del tendine / cuffia. Il sovraspinato è responsabile del movimento fisiologico di abduzione e di rotazione esterna. Il modo migliore per attivare il sopraspinato è quello di lavorare sul piano scapolare (30˚ dalla linea mediana, pensa di sollevare le braccia in un ampio schema a V).

Qui di seguito trovate il miglior esercizio per il sovraspinato con la più alta attività muscolare EMG:


Le alzate laterali sono un'altra opzione per il sopraspinato. Sì, i deltoidi lavoreranno insieme ad altri muscoli, ma anche il sopraspinato e l'intera cuffia dei rotatori funzioneranno insieme!

SOTTOSCAPOLARE

Il sottoscapolare è il muscolo della cuffia dei rotatori più forte a causa del fatto che ha la più grande area della sezione trasversale fisiologica (PSCA) delle fibre muscolari rispetto alle altre. È l'unico muscolo della cuffia dei rotatori responsabile del movimento fisiologico della rotazione interna della spalla perché si trova anteriormente sulla scapola. Ecco perché eseguire la rotazione interna è sempre più facile della rotazione esterna (anche altri muscoli più grandi come i pettorali e i dorsali contribuiscono alla rotazione interna della spalla)! Mantenerlo semplice con la rotazione interna della spalla isometrica è un ottimo esercizio per iniziare e farà sicuramente funzionare il tuo sottoscapolare!




INFRASPINATO E PICCOLO ROTONDO

L'infraspinato è responsabile del movimento fisiologico della rotazione esterna della spalla. All'articolazione della spalla, con il piccolo rotondo, contribuisce alla compressione e allo scivolamento inferiore della testa dell'omero. Ci sono molte persone con lesione al sovraspinato parziali o a tutto spessore che possono cavarsela senza chirurgia (a seconda di fattori contestuali). Tuttavia, se l'infraspinato e / o il piccolo rotondo (indicati come i muscoli post-cuffia) sono anch'essi lacerati, la stabilità dinamica della spalla e il movimento della spalla saranno significativamente compromessi. Il miglior esercizio per l'infraspinato sarà un movimento di rotazione esterna della spalla isolato.

L'infraspinato e il piccolo rotondo contribuiscono anche al movimento fisiologico dell’abduzione orizzontale della spalla. Side-lying shoulder flexion è uno dei miei esercizi preferiti per allenare la cuffia dei rotatori perché agisce isometricamente sull’abduzione orizzontale e limita il comune segno di scivolamento di scapole contro il quale lottiamo sempre con l'elevazione del braccio!

IN CONCLUSIONE

Non tutte le lesioni alla cuffia dei rotatori sono uguali (come dovresti sapere ora leggendo questo articolo). Tuttavia, essere istruito e far muovere il braccio nella maniera corretta (se possibile) è un ottimo punto di partenza! Se vuoi eliminare le congetture per ripristinare la salute della spalla, ti consiglio vivamente di contattarmi per avere un programma di spalla specifico per la tua problematica.


BIBLIOGRAFIA


1. Kuhn JE, Dunn WR, Sanders R, et al. Effectiveness of physical therapy in treating atraumatic full-thickness rotator cuff tears: a multicenter prospective cohort study. J Shoulder Elbow Surg 2013:Epub.

2. Reinold MM, Macrina LC, Wilk KE, et al. Electromyographic analysis of the supraspinatus and deltoid muscles during 3 common rehabilitation exercises. J Athl Train. 2007;42:464-469.

3. Reinold MM, Wilk KE, Fleisig GS, et al. Electromyographic analysis of the rotator cuff and deltoid musculature during common shoulder external rotation exercises. J Orthop Sports Phys Ther 2004;34:385–94.


#spalla #shoulder #cuffiadeirotatori #crossfit #triathlon #swimbikerun #osteopatia #chiropratica #movewellmoveoften #FMS #SFMA #chiropractor #dolorespalla #artroscopiaspalla #medicina #chirurgia #tendinopatia #sovraspinato

21 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Progressioni pliometriche in rieducazione

Gli esercizi pliometrici dovrebbero essere parte integrante di qualsiasi programma di rieducazione degli arti inferiori o di prevenzione degli infortuni per aumentare lo sviluppo di potenza e insegnar