Cerca
  • Luca Andreotti

LA POSTURA PERFETTA CHI LAVORA ALLA SCRIVANIA


La perfetta postura di lavoro è qualcosa che ogni lavoratore nel mondo sta cercando di ottenere. Ma cos'è esattamente? È la classica posizione seduta con fianchi, ginocchia e gomiti tutti piegati a 90 gradi? Oppure stai convertendo la tua scrivania in una stazione dove puoi lavorare in piedi, perché questa è la posizione giusta? Vi è un crescente sentimento tra lavoratori e non lavoratori che la "postura perfetta" deve essere ottenuta per eliminare il dolore e il disagio. Inoltre, la frase "sedersi è il nuovo fumo" promossa dai media e dalla pubblicità basata sul nocebo, ha effettivamente spaventato le persone dall'assumere sedute comode e reso popolare l'uso di postazioni di lavoro in piedi. Ma è veramente così che funziona? Scopriamolo insieme.




LO STARE SEDUTI NON E’ IL NUOVO FUMO.

Demonizzare la seduta come il nuovo fumo sarebbe completamente errato. È come dire che sdraiarsi fa male! Queste nozioni provengono da pubblicazioni di ricerca ben intenzionate, come questa meta-analisi di Rezende et al 2014, che hanno scoperto che i comportamenti sedentari sono associati ad un aumentato rischio di mortalità che causa malattie come il diabete. Il punto chiave nella loro conclusione è che il comportamento sedentario era associato a questo rischio - non necessariamente lo stare seduti. Il soggetto sedentario potrebbe essere seduto nella posizione perfetta della scrivania per 8 ore al giorno, senza muoversi affatto davanti allo schermo di un computer; tuttavia, è importante differenziare il termine seduta e sedentaria, poiché non sono gli stessi.

Lavorare per un'intera giornata in posizione seduta, ma fare pause di movimento costanti, è sufficiente per invertire gli effetti fisiologici potenzialmente dannosi del comportamento sedentario. In uno studio del 2014 di Dempsey et al., Hanno scoperto che una seduta prolungata porta all'aumento della pressione sanguigna nei soggetti con diabete di tipo 2. Tuttavia, quando hanno interrotto questa seduta prolungata ogni 30 minuti con 3 minuti di esercizio di resistenza, hanno scoperto che si traduceva in una diminuzione della pressione sanguigna elevata! Quindi, fare delle pause dalla stazione seduta rompe efficacemente i comportamenti sedentari!


STARE SEDUTI ALLA SCRIVANIA PUO’ FUNZIONARE, MA COME?

Sedersi e alzare le scrivanie è stato di gran moda ultimamente sul posto di lavoro per combattere la "pandemia del sedersi". Ma che cosa li rende così utili? È solo il fatto che ti permettono di stare in piedi? Proprio come abbiamo discusso del fatto che sedersi tutto il giorno, anche con la perfetta postura di lavoro, conta come un comportamento sedentario ...

Uno studio del 2018 di Baker et al. Ha suggerito che una posizione in piedi prolungata può essere associata a insufficienza venosa, progressione aterosclerotica, nonché fastidio alla schiena e agli arti inferiori. Inoltre, ciò ha riferito che stare seduti per più di 2 ore ininterrottamente hanno portato a una riduzione della cognizione. Non credo che questi risultati siano così allarmanti, considerando che stare in piedi tutto il giorno farebbe sicuramente soffrire i tuoi piedi!

Come per qualsiasi altra cosa riguardante il corpo umano, il dosaggio ottimale è la chiave. Troppo di tutto, anche qualcosa di buono, potrebbe essere una cosa negativa!

I banchi rialzati si sono dimostrati efficaci nel ridurre il disagio negli impiegati non solo perché ti permettono semplicemente di stare in piedi, ma perché incoraggiano il movimento. Quando sei in piedi, sposti naturalmente il peso da una gamba all'altra. Personalmente mi piace usare uno fitball su cui stare seduto quando passo tanto tempo alla scrivania, come ora proprio mentre vi sto scrivendo questo articolo. Questo non solo mi permette di spostare il peso da una gamba all'altra, ma incoraggia anche a muovere costantemente i miei fianchi e la relativa inclinazione pelvica posteriore e la leggera flessione lombare che ne deriva!

IN CONCLUSIONE

La tua migliore postura da lavoro è la tua postura, a patto che continui a muoverti!!

Quando si tratta di dolore alla schiena e scapolare, nulla batte un programma di esercizi di rieducazione fatto su misura per te! Con tonnellate di mobilità della colonna vertebrale toracica e stabilità scapolare. Per questo ti invito a contattarmi per avere maggiori informazioni

luca.andreotti88@gmail.com

Il mal di schiena può essere causato da una varietà di strutture nella parte centrale della schiena, come la colonna vertebrale toracica, le costole o i punti trigger nei muscoli della parte superiore della schiena. Inoltre, il dolore potrebbe anche provenire da altre regioni, non nella parte centrale della schiena come il collo o le spalle. Ci sono molti potenziali generatori e fattori scatenanti del dolore! Rendere le cose ancora più complicate è che spesso è difficile ricreare un "punto di partenza". Questo programma è un programma di 8 settimane progettato per ridurre al minimo il dolore e ottimizzare la salute del collo e della schiena. Ti spiegherò e ti insegnerò come auto-rieducare il tuo collo e la parte centrale della schiena e mantenerli sani per tutto ciò che la vita ti offre attraverso una programmazione dettagliata degli esercizi e video. Ma non solo iscrivendoti alla mailing list avrai subito la possibilità di ricevere la scheda che ti permette di muoverti al lavoro per mantenerti sano, operativo ed efficiente!

Bibliografia

. Baker, Richelle, et al. “A Detailed Description of the Short-Term Musculoskeletal and Cognitive Effects of Prolonged Standing for Office Computer Work.” Ergonomics, vol. 61, no. 7, 2018, pp. 877–890., doi:10.1080/00140139.2017.1420825.

· Chambers, April J., et al. “The Effect of Sit-Stand Desks on Office Worker Behavioral and Health Outcomes: A Scoping Review.” Applied Ergonomics, vol. 78, 2019, pp. 37–53., doi:10.1016/j.apergo.2019.01.015.

· Dempsey, Paddy C., et al. “Interrupting Prolonged Sitting with Brief Bouts of Light Walking or Simple Resistance Activities Reduces Resting Blood Pressure and Plasma Noradrenaline in Type 2 Diabetes.” Journal of Hypertension, vol. 34, no. 12, 2016, pp. 2376–2382., doi:10.1097/hjh.0000000000001101.

· Mula, Allison. “Ergonomics and the Standing Desk.” Work, 2018, pp. 1–4., doi:10.3233/wor-2736.

· Rezende, Leandro Fornias Machado De, et al. “Sedentary Behavior and Health Outcomes: An Overview of Systematic Reviews.” PLoS ONE, vol. 9, no. 8, 2014, doi:10.1371/journal.pone.0105620.

29 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

©2019 by Non è mai troppo tardi. Proudly created with Wix.com